La Collezione

Arredo liturgico

Nella sezione dedicata alle opere provenienti dalla diocesi si trovano anche i preziosi oggetti di oreficeria, collocati nella zona ipogea del terzo lato del chiostro, recuperata ad un uso museale dai restauri e risalente al XIII secolo. In essa ampie vetrine, specificamente progettate, ospitano i materiali preziosi degli arredi sacri, spesso veri capolavori ideati per le funzioni liturgiche.

Un nucleo di rilevante importanza è costituito dagli oggetti provenienti dalla Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro Maggiore, l’antica Basilica Apostolorum voluta da Ambrogio nel IV secolo, giunti in Museo tra il 2004 e il 2007 .

 

  • Bottega lombarda (circa XVI sec.; rimaneggiamenti XX sec.)
    Croce astile, argento, metallo sbalzato e cesellato, argentato e dorato

  • Bottega lombarda (ultimo quarto XIV sec.)
    Scodella di Sant’Ambrogio, argento inciso a bulino

  • Wenzel I Jamnitzer (XVI sec.)
    Anfora, argento a fusione cesellato e dorato

  • Eugenio Bellosio
    Ostensorio, 1907, metallo a fusione argentato e dorato, argento, vetro, cristallo e gemme

  • Bottega lombarda (fine XI sec.)
    Capsella reliquario, stucco

  • Incisore della metà del IV secolo d.C.
    Capsella di San Nazaro, argento sbalzato con dorature

Acquista
il catalogo del museo

 
 

Il Museo Diocesano di Milano raccoglie un patrimonio ingente di opere dal IV al XXI secolo. giunte al museo sotto forma di lasciti, depositi o donazioni. Si tratta di dipinti, sculture, oggetti di oreficeria, disegni: indiscussi capolavori che documentano ampiamente gli esiti dell’arte lombarda sino ai nostri giorni, qui posti a testimonianza viva della ricca produzione artistica ambrosiana e del gusto collezionistico non solo arcivescovile, ma anche privato.

 + ACQUISTA ONLINE

Immagine Anteprima