La Collezione

Collezione Marcenaro

Nel 2006 la Fondazione Cariplo ha depositato al Museo la collezione Marcenaro, di cui al momento sono esposte solo le sculture, mentre i dipinti sono conservati nei depositi. Le sculture Marcenaro costituiscono la parte più rilevante della ricca collezione d’arte antica lasciata nel 1976 da Caterina Marcenaro, nota storica dell’arte con importanti incarichi direzionali nelle collezioni civiche di Genova. Le sculture, dal XIII al XVII secolo, hanno provenienze diverse: Nord Europa, Liguria, centro Italia, con aperture verso ambiti di produzione un tempo considerati periferici dal collezionismo, quali l’area valdostana o abruzzese.

 

  • Scultore valdostano (XV sec.)
    Santo vescovo, legno scolpito

  • Scultore napoletano (ultimo quarto XVII sec.)
    Madonna dolente, legno scolpito, incamottato e dipinto

  • Manifattura fiorentina (XIX sec.)
    Madonna, terracotta dipinta

  • Nicola Grassi
    San Giovanni Evangelista, secondo decennio XVIII sec., olio su tavola

  • Pieter Paul Rubens, copia da (fine XVII sec.)
    Riposo durante la fuga in Egitto con San Giorgio e due figure femminili, olio su tavola

  • Scultore tedesco (?), XVII sec. (?)
    Cristo crocifisso, legno scolpito e dipinto

Acquista
il catalogo del museo

 
 

Il Museo Diocesano di Milano raccoglie un patrimonio ingente di opere dal IV al XXI secolo. giunte al museo sotto forma di lasciti, depositi o donazioni. Si tratta di dipinti, sculture, oggetti di oreficeria, disegni: indiscussi capolavori che documentano ampiamente gli esiti dell’arte lombarda sino ai nostri giorni, qui posti a testimonianza viva della ricca produzione artistica ambrosiana e del gusto collezionistico non solo arcivescovile, ma anche privato.

 + ACQUISTA ONLINE

Immagine Anteprima